COME si calcola

La base imponibile si determina :

Fabbricati - il valore è dato dalla rendita catastale, risultante in catasto al 1° gennaio dell'anno d'imposta, aumentata del 5%, e moltiplicata per un coefficiente diverso a seconda della categoria catastale:


CATEGORIA CATASTALE



DETERMINAZIONE NUOVA BASE IMPONIBILE
A (con esclusione A/10)    C/2 – C/6- C/7(RENDITA CATASTALE + 5%) X 160
A/10 – D/5

(RENDITA CATASTALE + 5%) X 80

B – C/3 – C/4 – C/5

(RENDITA CATASTALE + 5%) X 140
C/1(RENDITA CATASTALE + 5%) X 55
D (con esclusione D/5)(RENDITA CATASTALE + 5%) X 65

- Fabbricati privi di rendita catastale: si considera la rendita attribuita a fabbricati similari (rendita presunta) da trasformare in valore imponibile con i coefficienti indicati;
- Fabbricati appartenenti al gruppo "D" privi di rendita catastale e interamente posseduti da imprese: il valore imponibile è quello che risulta dalle scritture contabili, debitamente aggiornato con i coefficienti fissati annualmente con Decreto del Ministero delle Finanze;
 - Aree fabbricabili - la base imponibile è il valore venale, risultante al 1° Gennaio dell'anno d'imposta, avendo riguardo: alla zona di ubicazione, all'indice di edificabilità, alla destinazione d'uso consentito, agli oneri per eventuali lavori di adattamento, ai vincoli posti dagli strumenti urbanistici, ai prezzi medi di mercato;
- Terreni agricoli - il valore imponibile è dato da quello ottenuto applicando all'ammontare del reddito dominicale risultante in catasto, vigente al 1° gennaio di imposizione, rivalutato del 25 per cento e moltiplicato per 135; per i coltivatori diretti e gli imprenditori agricoli professionali iscritti nella previdenza agricola, il moltiplicatore è pari a 110; i terreni agricoli posseduti da coltivatori diretti o da imprenditori agricoli professionali iscritti alla previdenza agricola, purchè dai medesimi condotti, sono soggetti all'imposta limitatamente alla parte di valore eccedente euro 6.000 e con le seguenti riduzioni: del 70% per l'imposta gravante sulla parte di valore eccedente i predetti  euro 6.000 e fino a euro 15.500 –  del 50% per l'imposta gravante sulla parte di valore eccedente  euro 15.500 e fino a euro 25.500 - del 25% per l'imposta gravante sulla parte di valore eccedente  euro 25.500 e fino a euro 32.000.
 - La base imponibile è ridotta del 50% per i fabbricati di interesse storico o artistico di cui all'articolo 10 del codice di cui al decreto legislativo 22/01/2004 n. 42;
 - La base imponibile è ridotta del 50% per i fabbricati dichiarati inagibili o inabitabili e di fatto non utilizzati limitatamente  al periodo dell'anno durante il quale sussistono dette condizioni.

Vuoi conoscere la tua rendita catastale
? Collegati al sito: Agenzia del Territorio